Passa ai contenuti principali

Spine in forma di rosa (Poesia in forma di prosa)




Sento che ti batte forte il cuore,
ho scoperto che non mi ami e tu
hai scoperto me, di conseguenza.

Allora ti guardo, aspetto che il 
respiro ti torni normale, sono
gentile e premuroso, entrambi
siamo gentili e non litighiamo,
per non porre fine alla finzione.

Tua, di amarmi.
Mia, di non sapere.
Tua, di crederti mia.
Mia, di credermi debole.

Sì, ti dirò ancora che ti amo, 
ma non ti chiederò più se mi ami.
È il mio modo di vendicarmi, 

di portarti a lasciarmi perché le
cose sono cambiate, e vederti 
uscire da quella porta e dirti 
di tenere pure le chiavi, tanto 

ho cambiato la serratura da 
più di un mese e manco te n'eri
accorta, stupida che non sei altro.

Commenti

Post popolari in questo blog

L'anello

Ho ritrovato il tuo anello.

L'ho messo al polso, come bracciale.Poi come una collana, persino sui fianchi come una cintura.
Vedi quanto mi va largo, adesso,  quel tuo amore - così calzante, da non lasciarmi quasi respirare.

Rispondimi

Sono passato ancora sotto
casa tua. So che non vivi più  qui, ma questo rimane pur sempre  il ricordo dei nostri corpi che continuano a fare l'amore   lo stesso.
La tua anima è altrove, la mia suona al citofono,  aspettando inutilmente che qualcuno risponda dicendomi d'essere l'uomo giusto nel posto sbagliato.