Passa ai contenuti principali

Il Re delle magnolie


E tu chi sei
che mi dici come
e quando afferrare 
il ramo rimasto solo.

Lascia parlare l'albero, 
che di scimmie esperte ne 
ha viste cedere tante,

e di angeli caduti
sulla sua fronda ne ha 
sorretti a centinaia, 

mentre sonnecchiavano lì, 
sotto lo specchio perfetto, 
un po' più su degli sbagli.

Il tutto senza fiatare.

Commenti

Post popolari in questo blog

L'anello

Ho ritrovato il tuo anello.

L'ho messo al polso, come bracciale.Poi come una collana, persino sui fianchi come una cintura.
Vedi quanto mi va largo, adesso,  quel tuo amore - così calzante, da non lasciarmi quasi respirare.

Rispondimi

Sono passato ancora sotto
casa tua. So che non vivi più  qui, ma questo rimane pur sempre  il ricordo dei nostri corpi che continuano a fare l'amore   lo stesso.
La tua anima è altrove, la mia suona al citofono,  aspettando inutilmente che qualcuno risponda dicendomi d'essere l'uomo giusto nel posto sbagliato.