Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

La gabbia

La santità è sempre postuma a ogni dipartita, per questo finché  non ti deciderai a morirci, nel  mio letto, tu vivrai in eterno 
e io non mi inginocchierò a pregarti. Starò in gabbia a dirne  di ogni sul tuo conto, odiando  per amore, guardandoti con rabbia.

Relitto perfetto

Mi domando che cosa io possa dire a me stesso, al barbiere, al mio vicino di pianerottolo
nel caso in cui mi chiedano quale fine tu abbia fatto. Sembrerò un serial killer senza i suoi guanti.
E io, come una vera belva della foresta - dov'è sempre sera - farò scontare ad altri corpi 
la più grande delle colpe, quella di  non avere i tuoi occhi, né i tuoi difetti, né le tue mani.


Fiori bianchi

Tu pensa a quante volte mi hai
offerto vino, cibo, persino il
tuo cuore, senza avermi prima
chiesto che cosa avrei voluto
bere, mangiare, che corpo amare.

Ma tu, amante delle cose perse,
a me, sempre vago di fiori bianchi,
certe cose non le hai domandate
mai, né quando arrivavo, né quelle
notti in cui andavo via da te.